Inizio News IL COMPUTER Info

☆ ☆ ☆

Introduzione - Dentro il case - Fuori dal case

<<< Precedente   -   Successivo >>>

La scheda madre


Il case contiene al suo interno tutte le componenti base per il normale funzionamento del computer, nonché le parti più delicate che non andrebbero quasi mai toccate.
Volendo fare un paragone anatomico, il case cosrrisponde alla gabbia toracica di un individuo

La componente fondamentale all'interno del case è la scheda madre, (o mainboard), una grande scheda situata su un lato del case, la cui funzione è gestire i collegamenti tra le farie componenti, e ospitare importanti risorse, fosse il sistema nervoso di un computer.
Della scheda madre le due più importanti risorse sono:

  • il processore, noto anche coma CPU (Central Processing Unit), la spina dorsale di un computer, in grado di trasmettere e ricevere dati ad altissime velocità; è una componente vitale, senza la quale un computer non può funzionare. Al giorno d'oggi si stanno diffondendo i processori dual core, ossia una coppia di processori che lavorano in sincronia, migliorando notevolmente i risultati ottenuti;
  • la memoria diretta, meglio nota come RAM (Random Access Memory) la cui traduzione sarebbe memoria ad accesso casuale, ma tale significato non le rende il giusto merito: la RAM rappresenta la memoria a breve termine, ossia quante informazioni può gestire insieme un computer, ed è essenziale per l'utilizzo di programmi complessi come giochi, simulatori o programmi di grafica.

Le periferiche interne


Oltre alla scheda madre, il case può ospitare altre diverse periferiche al suo interno; le principali sono i dispositivi di memorizzazione, delle unià collegate alla scheda madre, la cui funzione è appunto tenere in memoria una grande quantità di dati.
Si dividono in:

  • il disco fisso, o hard disk, in grado di memorizzare al proprio interno un'enorme quantità di informazioni, tra cui le informazioni per l'avvio del computer, il sistema operativo (ossia i programmi base), i programmi normalmente utilizzati per il lavoro o per il gioco. È una periferica di input-output e corrisponde quindi alla memoria a lungo termine del computer;
  • i lettori ottici, dispositivi di input, in grado di leggere le informazioni memorizzate su CD e DVD e passarle al processore; in genere questi dischi sono di sola-lettura, ossia non è possibile modificare i dati presenti; alcuni lettori ottici particolari, i masterizzatori, consentono di inserire i dati in dischi vuoti o, in alcuni casi, di modificare i dati presenti (sono quindi di input-output);
  • il lettore per i floppy-disk, dischetti con pochissima capacità di memoria; sebbene un tempo erano indispensabili in quanto l'unica possibilità di trasferire dati tra 2 computer, oggi sono sempre più inutilizzati; sono di tipo input-output e vengono adoperati solo per gestire operazioni di avvio o ripristino di un computer e per memorizzare programmi diagnostici e riparativi.

Nel case si possono trovare altri piccoli dispositivi, come le schede di espansione della scheda madre e le porte di comunicazione; queste periferiche forniscono un supporto alla scheda madre qualora questa necessiti di determinate funzionalità e in genere sono di input-output; le più importanti sono:

  • la scheda video, necessaria per inviare i segnali video dal computer al monitor, e a volte per ricevere segnali video provenienti ad esempio da una videocamera;
  • la scheda audio, necessaria per collegare altoparlanti e microfono alla scheda madre;
  • la scheda di rete, necessaria per inserire il computer in una rete informatica, come ad esempio Internet; alcuni tipi di schede di rete sono wireless, ossia senza fili, in grado di inviare segnali radio a dei dispositivi ricevitori;

Per quanto riguarda le porte di comunicazione, o interfacce, sono in grado di accogliere i collegamenti con le periferiche esterne; le principali porte sono:

Porte di vecchia generazione:

  • porta della tastiera, un tempo era una porta fondamentale, in seguito sostituita con la porta PS/2;
  • porta COM, o seriale, un tempo utilizzatissima, ora serve a collegare vecchi modem o dispositivi particolari;
  • porta LPT, o parallela, utilizzata in passato per le stampanti o scanner;
  • porta PS2, creata appositamente con la diffusione del mouse, utilizzata in seguito anche dalle tastiere;
  • porta video, la porta della scheda video, in grado di collegarsi con il monitor e a volte anche con TV e proiettori;
  • jack-audio, la porta della scheda audio, in grado di collegarsi con gli altoparlanti del PC;
  • porta-giochi, usata per collegare joystick o joypad al computer;
  • porta RJ11 (telefonica), utilizzata nel caso ci sia un modem interno al case;

Porte di nuova generazione:

  • porta USB, oggi la porta più utilizzata in quanto può accogliere ogni tipo di periferiche;
    oggi sono arrivate alla generazione 3.1 e lo standard USB si è differenziato in vari sotto modelli: tipo A, tipo B, tipo C, e di dimensioni: standard, mini, micro.
  • porta HDMI, nuova porta per la scheda video, in grado di collegarsi TV e monitor moderni; anche questa porta è suddivisa in standard, mini e micro;
  • porta RJ45 (di rete), la porta della scheda di rete, in grado di collegarsi a router, switch point o altri PC di una rete locale;
  • porta FireWire utilizzata spesso per collegare videocamere o fotocamere digitali;

^
Torna su


<<< Precedente   -   Successivo >>>