Inizio News UMORISMO Info

– – –

Il gran ballo degli scienziati


Quando furono diramati gli inviti per il gran ballo degli Scienziati,
Pierre e Marie Curie irradiarono entusiasmo;
Einstein pensò che sarebbe stato relativamente facile parteciparvi;

Volta si sentì elettrizzato;
Ampere non ne fu messo al corrente;
Ohm al principio oppose resistenza;

Boyle disse che era troppo sotto pressione;
Edison pensò che sarebbe stata un'esperienza illuminante;
Stephenson si mise a sbuffare;

I fratelli Wright si sentirono volare;
Il dottor Jekill declinò dicendo che ultimamente non era se stesso;
Morse avrebbe preso la linea 2 e sarebbe arrivato alle 8 in punto;

Franklin disse che sarebbe arrivato in un lampo;
Meucci avrebbe telefonato per conferma;
Von Braun sarebbe arrivato come un missile;

Fermi disse che era una notizia atomica;
La moglie di Coulomb si sentì carica;
Hertz si sentì sulla cresta dell'onda;

Joule dovette rinunciare per problemi di lavoro;
Nobel esplose di gioia per la notizia;
Kelvin disse che era in grado di partecipare;

Fourier aveva già una serie di impegni;
Cantor rifiutò: preferiva gli insiemi più compatti;
Abel invece accettò di buon grado: si trovava bene in un gruppo;

...e Avogadro non fu avvisato: nessuno si ricordava il suo numero!

[Fonte: http://ibiocat.blogspot.com]

Barzellette sulla matematica


  • Qual è il colmo per un matematico?
    Vivere in una frazione, andare a casa con un mezzo ... e trovare la moglie a letto con un terzo!
  • In un party di matematica si incontrano diverse espressioni, tra cui x3, √x-1, sin(x+1), log(x), e molte altre... Ad un certo punto, tra i vari invitati, x3 vede in disparte e che si stava annioando, e gli chiede: «Perchè te ne stai lì tutto solo e annoiato?» e lui risponde: «Sai, sono uno che non si INTEGRA tanto facilmente...»
  • Come si trova l'area del triangolo? Prima di tutto bisogna ricordarsi dove la si è persa!
  • Cosa fanno due lati di un triangolo? Un incontro al vertice!
  • Un ingegnere, un fisico, un matematico e un informatico sono in treno per andare a un convegno a Edinburgo. A un certo punto, guardando fuori dal finestrino vedono una pecora nera che sta tranquillamente brucando l'erba.
    Subito l'ingegnere fa «Ma chi l'avrebbe mai detto? in Scozia tutte le pecore sono nere!»"
    Il fisico replica: «Non è un dato significativo. Al più adesso noi sappiamo che esiste almeno una pecora nera».
    Il matematico, con voce calma, ribatte: «No, colleghi. In realtà noi sappiamo soltanto che esiste una pecora che è nera da un lato».
    L'informatico, infine: «Oh, no! Un caso speciale!».
  • Cosa è un bimbo complessato? Un bimbo di madre reale e padre immaginario...
  • Come si intitola un film che ha per protagonisti tre vettori linearmente indipendenti? Rango 3.
  • Un matematico, un biologo ed un fisico sono seduti ad un bar e osservano la porta della toilette. Inizialmente non c'è nessuno nella toilette, ed essi lo sanno. Ad un certo punto 3 persone entrano nella toilette. Dopo un po' ne escono 5, senza che nessun altro sia entrato.
    Il fisico dice: «Direi che il nostro conteggio non è stato abbastanza accurato»
    Il biologo fa: «Noi abbiamo contato bene, perciè si devono essere riprodotti nella toilette»
    Il matematico ribatte: «Siccome 3 - 5 + 2 = 0, basta che entrino ancora esattamente due persone, e la toilette sarà di nuovo vuota»
  • La facoltà di matematica è nel panico: hanno scoperto che i batteri si moltiplicano dividendosi!!!
  • E Gesù chiamò a sé i discepoli e disse: « ...e alla fine la y sarà uguale alla x quando questa si eleverà al quadrato...»
    I discepoli lo guardarono perplessi, chiedendosi che insegnamento fosse mai questo; Pietro prese coraggio e gli chiese: «Maestro, che significato hanno queste tue parole?»
    Gesù, sconcertato, rispose: «è una parabola!»
  • Per un punto passano un numero infinito di rette... figuriamoci quante rette passano per 2 punti!
  • È difficile discutere serenamente con un angolo... soprattutto quando questi è ottuso.
  • Era un matematico che aveva una personalità tanto negativa, ma tanto negativa, che quando arrivava a una festa gli invitati si guardavano attorno stupiti e domandavano: «Chi se ne è andato?»
  • Epigrammi geometrici: «Uomo retto, dopo una vita lineare, morto in curva».

[Molte di queste barzellette sono tratte da http://www.drzap.it]